Il Dollaro resta stabile

In questa giornata l’andamento del Dollaro riesce a mantenersi stabile nei confronti delle altre sei monete rivali e tutto questo in vista del prossimo vertice della Federal Reserve nel quale potrebbe essere deciso di alzare i tassi di interesse per ben la sesta volta dal 2015 ad oggi.
L’indice del Dollaro americano che segue l’andamento della moneta americana nei confronti delle altre monete rivali si ferma a 94,36, leggermente più basso del valore massimo che ha fatto registrare venerdì scorso a 94,44.
Ultimamente sono sorti molti dubbi relativi agli aumenti per il 2018 a causa dell’inflazione debole.
I dati pubblicati oggi hanno messo in risalto che i prezzi alla produzione americana sono saliti del 3,4% rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso.

Contro lo Yen il Dollaro riesce a mantenersi stabile con la coppia USD/JPY che scende dello 0,03% raggiungendo quota scambio di 113,58, anche la nostra moneta unica è in calo con la coppia EUR/USD che scende dello 0,22% scambiando a 1,1755.
La Sterlina resta invariata con la coppia GBP/USD che viene scambiata a 1,3288 e tutto questo grazie alla divulgazione dei dati relativi all’inflazione inglese che hanno mostrato un’inaspettato massimo da sette anni a questa parte.
Per quanto riguarda il Dollaro neozelandese, questo riesce ad avvicinarsi al suo massimo con il cambio NZD/USD che sale dello 0,65 a 0’6877.

Questo sito non fa uso di cookies per migliorare l'esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull'utilizzo del sito stesso. Non usiamo cookies tecnici ne cookies di parti terze per inviare messaggi promozionali sulla base dei comportamenti degli utenti. Proseguendo nella navigazione si accetta ; in caso contrario è possibile abbandonare il sito.